Far funzionare un team con l’intelligenza emotiva

Nella lista delle 10 competenze più richieste nel mercato del lavoro entro il 2020 stilata dal World Economic Forum c’è anche l’intelligenza emotiva, definita come capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni.

Sembrerebbe a prima vista che in un ambito come quello lavorativo tutto debba essere improntato alla razionalità, e invece saper identificare e gestire le proprie emozioni è una qualità sempre più richiesta, principalmente perché è alla base di un’altra competenza senza la quale le aziende moderne sono votate al fallimento dei propri obiettivi di business: saper lavorare in gruppo. In azienda si ha un lavoro di gruppo quando persone con professionalità diverse, si riuniscono e operano assieme in maniera coordinata per raggiungere un risultato che non sarebbe altrimenti ottenibile dai singoli componenti. Nel mondo delle organizzazioni moderne il coordinamento e la cooperazione all’interno dei gruppi di lavoro sono essenziali al raggiungimento degli obiettivi di business.

Vediamo quali sono le caratteristiche delle persone dalla spiccata intelligenza emotiva che portano al successo un team:

  1. sanno ascoltare: sanno essere davvero focalizzate su ciò che l’altro comunica, a voce o con un linguaggio non verbale. Questo assicura una comprensione precisa dei messaggi e degli atteggiamenti degli altri partecipanti al team e riduce i rischi di fraintendimenti;
  2. sanno dare feedback costruttivi: essendo in grado di mettersi nei panni degli altri senza particolari difficoltà, sanno naturalmente scegliere tempi e modalità giuste per ogni persona all’interno del team per dare un feedback appropriato, sicuri che sarà ricevuto in modo costruttivo;
  3. sanno mettere in risalto le capacità degli altri membri del team: un’alta intelligenza emotiva permette di vedere le differenze come opportunità e di creare un ambiente in cui persone con caratteristiche diverse possono prosperare;
  4. sanno promuovere lo sviluppo altrui, perché ne capiscono le esigenze: la percezione delle esigenze di sviluppo degli altri e la capacità di mettere in risalto e potenziare le loro abilità è tipica di persone ad alta intelligenza emotiva;
  5. sanno coordinarsi con gli altri senza prevaricare: solitamente, la competizione distruttiva non è un valore per le persone con un’alta intelligenza emotiva: ciò permette loro di valorizzare le differenze all’interno del team in modo che ciascuno contribuisca al successo.

Come possiamo aiutare i membri di un team a sviluppare la loro intelligenza emotiva?

  • incoraggiando la loro capacità di mettersi in discussione e cambiare punto di vista e paradigma Può essere utile a questo scopo adottare la tecnica dei sei cappelli per pensare di Edward De Bono, spiegata in un precedente post;
  • investendo in formazione, per l’acquisizione delle conoscenze e delle dinamiche che stanno dietro alle emozioni, ai comportamenti, alle decisioni e alle azioni. Fortunatamente infatti l’intelligenza emotiva non è data una volta per tutte ma può essere migliorata per tutta la vita;
  • attraverso percorsi di coaching, per l’esplorazione delle abitudini, della motivazione, dell’atteggiamento e degli obiettivi.

Daniel Goleman, psicologo e scrittore americano che si è dedicato per gran parte della vita allo studio e alla divulgazione dell’intelligenza emotiva, sostiene che le regole del lavoro stanno sempre di più cambiando: infatti siamo giudicati non solo in base alle competenze tecniche che possediamo, ma soprattutto per come ci comportiamo e per il modo che abbiamo di relazionarci con gli altri.

Scrivi tu il primo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.

X

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi