Multipotenziali in azienda

I multipotenziali in azienda

Nel 2015 Emilie Wapnick nel suo TED talk parlava di una categoria di persone che fino ad allora avevano ricevuto poca attenzione. Il video su YouTube ha ricevuto più di 400.000 visualizzazioni e sulla sua scia la Wapnick ha scritto un libro tradotto anche in italiano, “Diventa chi sei”, a testimonianza del fatto che l’argomento è molto sentito e riguarda moltissime persone.

Sto parlando della categoria dei multipotenziali, persone che non hanno un’unica vocazione per tutto il corso della loro vita, bensì hanno molteplici interessi e passano da un’occupazione all’altra, ogni volta acquisendo nuove competenze e interessandosi a settori diversi. I multipotenziali naturalmente non sono una novità moderna: la Wapnick fa l’esempio di Galileo, fisico, matematico, scrittore e astronomo, ma noi italiani in particolar modo abbiamo ben presente i geni rinascimentali come Leonardo e Michelangelo e la loro capacità di padroneggiare al meglio campi anche lontani fra loro.

È invece frequente nel mondo aziendale moderno sentirsi ripetere che bisogna essere ultraspecializzati, fare benissimo una cosa soltanto e rendersi indispensabile per quello, avere ben chiaro fin dal principio cosa vogliamo fare e attraverso quale strada e non deviare dal percorso, pena difficoltà e rallentamenti. Effettivamente può essere difficile coniugare la poliedricità dei multipotenziali con una carriera brillante in un settore, ed è vero che spesso i datori di lavoro prediligono chi può vantare anni di esperienza e di specializzazione in un settore. Il mondo aziendale si sta però evolvendo in fretta e spesso le competenze che sviluppiamo diventano obsolete rapidamente; inoltre sono sempre più importanti le cosiddette soft skills. Secondo il World Economic Forum siamo ormai entrati nell’industria 4.0, che cambierà completamente i lavori e le competenze necessarie per svolgerli.

La Wapnick analizza cinque capacità dei multipotenziali che possono ben figurare in un’azienda moderna:

  1. Capacità di sintesi

    I multipotenziali sanno bene come combinare diverse idee o concetti riuscendo a emergere con qualcosa di completamente nuovo. Questo è indispensabile per chi si muove nel business attuale: non si possono affrontare sempre nuove sfide utilizzando vecchi paradigmi.

  2. Velocità di apprendimento

    A chi spazia fra diversi ambiti ed è sempre curioso di sperimentarne nuovi riesce naturale apprendere: anzi, di solito è proprio quello che cerca di fare continuamente. Oltre a ciò, è difficile che un multipotenziale non riesca a sfruttare in un nuovo campo qualcosa che ha già appreso in un altro, rendendo più veloce il raggiungimento della padronanza del nuovo interesse.

  3. Flessibilità

    Un multipotenziale ha maturato diverse esperienze in diversi campi: non gli sembrerà difficile adottare l’ennesimo cambiamento, calandosi in diverse realtà a seconda del bisogno.

  4. Capacità di vedere il quadro generale

    Non essendo focalizzati su una particolare abilità o settore, i multipotenziali sanno vedere connessioni tra elementi diversi e non perdono mai di vista il quadro generale. Ad esempio, sapranno sempre mettere in evidenza le conseguenze a largo raggio di una certa decisione.

  5. Networking

    Essendo coinvolti in diversi ambiti, i multipotenziali sanno mettere in contatto tra loro persone appartenenti a campi variegati, che possono portare la loro esperienza nella risoluzione di un dato problema.

Se è vero che la multipotenzialità può offrire enormi risorse ad un’azienda, è anche vero che gli individui che la possiedono devono essere incoraggiati ed aiutati ad esprimerla in modo costruttivo: i multipotenziali, in genere, sono persone che non amano eseguire compiti routinari e danno il meglio di sé in contesti innovativi, dove la loro curiosità e la loro creatività sapranno essere indirizzate in modo proficuo. Hanno bisogno di una motivazione costante verso quello che stanno facendo, più ancora di tutti gli altri, perché si annoiano in fretta e in un attimo passano ad un altro interesse. Se offrite loro sempre nuove sfide ed opportunità e la possibilità di imparare e di crescere troverete comunque dipendenti soddisfatti, che ripagheranno l’azienda in creatività e flessibilità.

Scrivi tu il primo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.

X

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi