This is not an employee survey

Quando ho scelto di entrare a far parte di Accademia della Felicità, pochi mesi fa, già immaginavo che il livello di impegno che occorre per far funzionare una società fosse analogo a quello che serve per far funzionare una famiglia. Al di là degli aspetti pratici, occorre tenere conto di sensibilità e situazioni emotive diverse e mutevoli.

Ho trovato conferma del fatto che il tempo dedicato a definire i valori e gli obiettivi comuni del team – che sia la famiglia o il gruppo dei soci – è sempre ben speso, perché incide sulla capacità delle organizzazioni di essere resilienti e di reagire di fronte agli imprevisti della vita o del mercato.

Il mio approccio, tuttavia, era molto razionale, del tipo: ci riuniamo intorno a un tavolo e parliamo. Ma i nostri comportamenti sono per una percentuale che oscilla tra il 75 e il 90% non logici, quindi questo sistema non poteva funzionare.

Tu chiamale, se vuoi, emozioni

Visto che nulla succede per caso, alcuni mesi fa siamo entrati in contatto con Gianandrea Abbate, amministratore delegato di Emotional Marketing. La sua società si occupa di analizzare scientificamente l’emotività: in sostanza, una volta definito il concetto da testare i potenziali consumatori vengono sottoposti ad un test nel quale ad ogni stimolo (una vocale, un colore, una linea grafica, un suono etc.) scatta una precisa reazione collettiva altamente prevedibile. Il sistema fornisce la mappatura completa di quale stimolo emotivo produce quale reazione. Quali sono i colori, le linee, i suoni che susciteranno nei consumatori la voglia di acquistare quel determinato prodotto? Se si adatta il packaging o la pubblicità al risultato di questa indagine, l’incremento di vendite è pressoché assicurato.

Indagine di clima, cui prodest?

Tutto ciò, per quanto innovativo e di grande rilievo per le nostre aziende clienti, esula dal raggio d’azione di Accademia Business. C’è tuttavia un punto di raccordo che ci ha spinti a proseguire la collaborazione con Gianandrea: la convinzione che le tradizionali indagini di clima, in cui viene chiesto “che cosa pensi di…” siano spesso poco efficaci. Il risultato rappresenta solo il 10-25% del vissuto del dipendente e l’impatto delle azioni organizzative intraprese sulla scia dei risultati è in genere deludente. I cambiamenti e le nuove policies non terranno infatti conto dell’aspetto emotivo dei collaboratori, quello che – anche volendo – non potrebbero raccontare in una survey perché agisce a livello subliminale.

Abbiamo deciso, quindi, di testare su noi stessi la emotional target analysis, chiedendo a tutti i soci cosa pensassero di Accademia Business, il branch aziendale di AdF.

Quello che ogni azienda vorrebbe

I risultati, lo dico subito, sono stati confortanti: sia i soci operativi sia quelli meno coinvolti nelle attività, condividono la stessa percezione di Accademia Business. Per fortuna, oltre ad essere condivisa questa percezione è anche coerente con la nostra vision: la ricerca della felicità in azienda.

Questa è la situazione ideale, quella che fa sentire tranquillo chi in quella società ha scelto di investire e lavorare. Sono, tuttavia, pressoché certa che il risultato sarebbe stato un po’ differente in alcune delle aziende in cui ho lavorato, in cui venivano regolarmente effettuate le employee survey. Il punto è che – come ho scritto qui – soddisfazione e felicità sono due cose ben diverse. Il livello di engagement delle persone in azienda riguarda quanto sono felici di lavorare per noi, non quanto sono soddisfatte. Questo, al limite, può farci ben sperare riguardo al fatto che non se ne andranno, ma non implica che metteranno qualcosa più del minimo nel loro impegno quotidiano.

Scrivi tu il primo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.

X

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi